Seleziona una pagina

I primi 4 suggerimenti per evitare i furti in casa, sono per chi ha soldi da investire nella sicurezza e tempo prima di partire per le vacanze.

  1. assicuratevi di avere una buona porta blindata ed una buonissima serratura.
  2. se abitate al piano terra, al primo piano o all’ultimo sono suggerite le inferriate in acciaio a porte e finestre.
  3. Installate un sistema di allarme intrusione.
  4. se avete le tapparelle, installate i dispositivi antisollevamento, posti sui rulli di avvolgimento.

Se invece non avete molti soldi da investire prima di partire, per evitare furti in casa, seguite questi 16 consigli. Alcuni li ho presi dal sito della Polizia di Stato ed altri me li hanno dati i membri dei miei 4 gruppi preferiti su Facebook:

  • Elettricista felice di Alessandro Bari
  • Il professionista elettrico di Alessio Piamonti
  • Elettricisti umili (elettrotalenti) di Mirko Santucci
  • L’elettricista di merda di Chicco Mazzanti
  1. Possibilmente non lasciare in casa grosse somme di denaro e gioielli. Meglio in una cassetta di sicurezza in banca. Se proprio volete tenerli in casa, metteteli in cassaforte ed in ogni caso, evitare di nasconderli nei posti più visitati dai ladri, come i cassetti, gli armadi, dietro i quadri, tra i libri, sotto i tappeti o dentro i vasi.
  2. Fate foto di tutti gli oggetti che avete in casa, perché in caso di furto e ritrovamento, potrete rivendicarne la proprietà. Questa pratica è sicuramente indispensabile in caso di polizza assicurativa.
  3. Prendete accordi con un amico, un parente o un vicino, per svuotare la cassetta postale. L’accumulo di posta è indice di lunga assenza.
  4. Non avvisate tutti quelli che incontrate sulle date di partenza e rientro delle vostre ferie. Neanche nei social.
  5. E Alessandro Donchi, a proposito di social, suggerisce di non postare foto di voi in vacanza, se non dopo che siete ritornati a casa.
  6. Il famoso elettricista siciliano Antonio Mauro suggerisce, nel caso in cui aveste un impianto d’allarme, di farvi fare la manutenzione dal vostro tecnico di fiducia. Io aggiungo, almeno un mese prima di partire, in modo da avere il tempo di sistemare e testare eventuali guasti. Il tecnico verificherà il funzionamento di tutte le zone d’allarme e se le batterie della centrale e della sirena esterna hanno più di 3 anni, le sostituirà. Questo vi eviterà tristi sorprese e mal funzionamenti mentre siete lontani da casa. NOTA BENE: allo stesso prezzo di una manutenzione base potreste fare un abbonamento annuale che include due manutenzioni programmate e l’assistenza 24h/24 del vostro sistema di allarme.
  7. Marco Giancola ricorda di inserire l’allarme. Sembra banale, ma c’è chi ha l’allarme e si dimentica di inserirlo.
  8. Alessandro Metti suggerisce di cambiare le impostazioni della privacy del vostro social preferito, assicurandovi di non comunicare la vostra posizione tramite GPS.
  9. Massimo Adami suggerisce di non pubblicare il vostro indirizzo tra le informazioni dei social.
  10. Filippo Nocentini suggerisce di lasciare una luce accesa in casa, magari temporizzata. Ricordate che l’esterno ben illuminato è un deterrente al furto.
  11. Elio Emusici suggerisce di lasciare la radio accesa per fingere la presenza di qualcuno in casa.
  12. Omar Gabbamondo mi ha fatto scoprire i simulatori di tv accese, che a differenza della tv, consuma molta meno corrente. Ha lo stesso scopo della radio accesa, cioè simulare la presenza di persone in casa. Non sapevo esistesse! https://amzn.to/2zeyglZ
  13. Stefano Dambro suggerisce di installare telecamere da vedere con App. https://amzn.to/2lV0WqG
  14. Matteo Cento suggerisce di ricaricare la Sim card del combinatore telefonico dell’impianto allarme, per evitare che scada, compromettendo gli avvisi in caso di tentativo di furto.
  15. Erik Cosentino suggerisce di lasciare in casa il CD di Gigi d’Alessio in loop. Ma non so se è legale o si va nell’eccesso di legittima difesa.
  16. Eligio Bonetti suggerisce di chiudere la suocera in casa: vedrai che nessuno vorrà entrare!

Alla prossima elettricista… e teniamoci in contatto!